Logo

 Corto Reggio Calabria Film Fest

Special edition Socialmente utile

dal 6 al 24 Aprile 


Evento inserito negli Stati Generali della Cultura

Programma

CORTO REGGIO CALABRIA FILM FEST

Special Edition Socialmente Utile

6 aprile

Liceo Classico “T. Campanella” Reggio Calabria
Tema Femminicidio

Corto in concorso:

“Premio per la migliore sceneggiatura” regia di Alfio D’Agata 

“Lasciami parlare” regia di Enzo Carone

“Cenere” regia di Francesco De Fazio

8 Aprile

I.T.E. “Piria” – Reggio Calabria
Tema Omofobia/Lgbt
Corti in concorso:

“La solita storia” regia di Bruno Giordano

“Too many drinks” Regia di Emanuele Taglieri

“Nives” regia di Fabio Schifilliti

 

9 aprile

I.T.T. “Panella – Vallauri” – Reggio Calabria
Tema Femminicidio
Corti in concorso:

“Lui era mio padre” regia di Lorenzo Amadeo – scritto da Ferdinando Spagnolo (Siulp)

“Tanith” di regia di Germano Boldorini

 

21 aprile

I.T.S. “Piria” – Rosarno (RC)
Tema Sicurezza/Legalità

Corti in concorso:

“Bad” regia di Fabio Schifilliti

“The Bookmakers” regia di Alessandro Tonda

"Only Original" regia a cura della Scuola I.T.E. "Piria" di Reggio Calabria

 

23 aprile
Proiezioni e arti visive a cura dell’Accademia di Belle Arti

 

24 aprile

Torre Nervi, Luna Ribelle

Presentazione in anteprima in Calabria del secondo libro “La tempesta di Sasà” di Salvatore Striano.
Premiazione dei vincitori dei corti in concorso

Fuori Concorso proiezione del Corto "Benigno" regia di Francesco Benigno e "I colori del tempo" regia di Claudio Donati

Presentazione del cast di Gomorra 2 La serie con Salvatore Esposito, Carmine Monaco e Fabio De Caro
Galà di chiusura

 


 

Ha ufficialmente preso il via la “Special Edition” del Corto Reggio Calabria Film Fest, presentato stamattina in conferenza stampa nella Sala del Consiglio provinciale di Palazzo Corrado Alvaro. Un'edizione “socialmente utile” ideata per sensibilizzare maggiormente l’opinione pubblica su temi dibattuti e quanto mai attuali come il Femminicidio, la Legalità e sul mondo LGBT, quindi sulla recrudescenza che il fenomeno omofobico sta avendo nel nostro Paese.

A sostenere la causa saranno i cortometraggi in gara che ripercorreranno il leit motiv dell’evento, selezionati da una giuria composta da insegnanti, registi, scrittori o giornalisti, che animeranno anche il post proiezione, dibattendo in diversi talk show che mirano ad ampliare le conoscenze e il confronto partendo dalla carta fondamentale per i diritti umani e toccando di volta in volta, le varie tematiche inserite nelle tre categorie.  La kermesse, organizzata dall’Associazione Artistico Culturale Eventi sotto la guida di professionisti che uniscono alle capacità manageriali una profonda conoscenza delle diverse realtà artistiche e culturali nelle quali lavorano, prevede la proiezione e la successiva valutazione dei cortometraggi presenti in concorso. "Il ricco programma che abbiamo previsto per questo importante evento - ha dichiarato il presidente di Eventi Michele Geria - si porta dietro attori e testimonial che saranno impegnati in diverse date e soprattutto durante l’evento finale del 24 aprile per concludere un percorso di consapevolezza che attraverso la settima arte, possa raggiungere il maggior numero di persone possibile. Anche per questo motivo abbiamo voluto invitare alla serata conclusiva alcuni attori che compongono il cast della fortunatissima serie TV Gomorra come Salvatore Esposito meglio conosciuto come Genny Savastano o ancora, Carmine Monaco e Fabio De Caro. Sarà presentato da due componenti il cast (Cristel Carrisi e Sandra Milo) ed inserito all’interno della kermesse anche il film dal titolo “Con tutto l’amore che ho” che tocca temi profondi e dibattuti come lo stalking.

L’edizione speciale vuole sottolineare l’importanza di rendere il Festival un’occasione di crescita culturale e sociale con la sezione “Cinema fuori le mura”, curata da Salvatore Striano da sempre impegnato a diffondere la cultura della funzione riabilitativa del periodo della detenzione. L’attore porterà la riflessione ed aprirà il dibattito su luoghi e persone spesso dimenticati e quindi promuoverà, attraverso la sua esperienza, il ruolo di riscatto sociale della cultura e del cinema impegnato. Il progetto è sostenuto dalla Provincia di Reggio Calabria per la quale è intervenuto il Presidente del Consiglio Antonio Eroi che ha dichiarato come: "l’impegno della promozione della tutela dei diritti umani prosegue in questo progetto che si propone come la costola di quello iniziato nel 2012 “Cinema dentro le mura” che arrivò al successo fino ad giungere al Consiglio d’Europa. Anche quest’anno la presentazione dei cortometraggi su temi così impegnati, mi auguro che premierà quei filmaker che riusciranno ad esprimere al meglio ed a comunicare all’opinione pubblica la valenza di principi sanciti e garantiti dalle carte Internazionali e dalla nostra Costituzione".

 


 

L’evento “Corto Reggio Calabria Film FestSpecial Edition Socialmente Utile, si prefigge di sensibilizzare il pubblico attraverso la proiezione di cortometraggi sui temi a sfondo sociale quali Femminicidio, Legalità e Omofobia-lgbt, organizzato e prodotto dall’Associazione Artistico Culturale Eventi sotto la guida di professionisti che uniscono alle capacità manageriali una profonda conoscenza delle diverse realtà artistiche e culturali nelle quali lavorano, l’Associazione Eventi, in collaborazione con le Associazioni Rizes, Attiva ed Arcigay intende soddisfare, attraverso la promozione e diffusione di un concorso per la proiezione di Cortometraggi di alto livello culturale e sociale, il bisogno di ognuno di denunciare atti di disagio psicologico e sociale con un momento di riflessione che, attraverso le emozioni di un film, porti a diffondere un messaggio di speranza e cambiamento.

UN FESTIVAL PER I DIRITTI UMANI

Le proiezioni dei Cortometraggi, selezionati da una giuria di personaggi, della Società Civile, tra cui insegnanti, registi, scrittori, liberi professionisti e operatori del settore, verranno in una prima fase proiettati in alcune scuole medie superiori della Provincia di Reggio Calabria seguite da un breve dibattito con gli studenti sui temi trattati da ogni Film selezionato. Cosicché gli stessi studenti potranno dare un giudizio, oltre a quello sociale, anche emozionale di ogni film.

LE SEZIONI

Il Concorso sarà articolato in 3 diverse sezioni:

1. Femminicidio;

2. Legalità;

3. Omofobia-Lgbt.

 

LA GIURIA

La giuria, presieduta dall'attore Maurizio Marchetti sarà composta da Autori, Attori, Scrittori, professionisti della cultura calabresi e delle Associazioni di Volontariato, e studenti delle Scuoel partecipanti al progetto del territorio della Provincia di Reggio Calabria.

 

Anche in questa Special Edition sarà sottolineata l'importanza di rendere il festival occasione di crescita non solo culturale ma anche sociale, con la sezione speciale “Cinema fuori le mura”. Questa sezione che sarà curata da Salvatore Striano, per la Legalità, intende portare tra gli studenti all’interno delle Scuole, la riflessione ed il dibattito su luoghi e persone spesso dimenticati, solo perché in una situazione punitiva di detenzione e quindi promuovendo il ruolo di riscatto sociale della cultura e del cinema impegnato, sperimentando così percorsi alternativi che siano di supporto alla diffusione culturale ai fini didattici. 

 


 

 

 

           main partner                                                                                                         partnership   

 accademia belle arti logo1          

           rizes logo        attiva logo       arcigay logo piccolo